Capelli, cosa fare dopo i 40 anni

Il punto di non ritorno della giovinezza? Un taglio netto. 

Sembra che per le donne il segno più evidente del passaggio all'età matura non sia nè il corpo, nè la pelle, bensì il taglio di capelli.
 
Quindi, se vi state avvicinando ai 45 anni, siete prossime al dover prendere la fatidica decisione: riaggiustare il vostro look verso uno stile più maturo.
 
Se pensate infatti che l'età matura comporti soltanto una visibile ricrescita rattoppabile con extensions, decolorazione o qualche altro trucchetto, vi sbagliate di grosso.
 
E se siete ancora felicemente affezionate alla classica coda di cavallo, scordatevela.
 
Tutti questi accorgimenti sono da escludere dopo i 45 anni.
 
 
Guardatevi allo specchio, mettete a nudo la vostra coscienza, e decidete se è giunta l'ora di un cambio radicale. Quasi sicuramente la risposta sarà affermativa. Molte dovranno dire addio alle loro giovanili e fluenti acconciature.
 
Una volta presa la decisione tuttavia, si presenta il problema di trovare un look che sia al contempo elegante e di moda: ardua scelta. Molti stili "maturi" sono infatti considerati fuori moda, adatti forse alla nonna, ma non a una brillante quarantenne o cinquantenne.
 
Ma non finisce qui: il dilemma che più terrorizza una donna è la perdita di volume e lucentezza dei capelli, o peggio, il loro diradamento. A ciò si aggiunge la perenne lotta contro i capelli bianchi. Molta attenzione, in questi ambiti, alla scelta di phone professionali ed evitare i prodotti scadenti.
 
Solo il 16% delle donne ritiene di avere dei capelli in salute. Il resto si ritrova a fare i conti con anni e anni di trattamenti e colorazioni.
 
La pelle è perciò tutt'altro che l'unica parte dell'aspetto di una donna che viene colpita dagli effetti dell'invecchiamento: i capelli si sono rivelati un problema anche più importante

Tag: |

Prodotti in offerta
Le vostre opinioni

Post Interessanti

Archivio Post